all, food, mood

salumerie enogastronomiche

Ieri dopo una riunione imprevista di sabato mattina, abbiamo deciso di rimanere in città e fare una passeggiata un pò senza meta tra i vicoli chiassosi e festivi di pre-befana partenopea.

Alle due c’era un caos nelle pizzerie in via dei tribunali a ridosso di san gregorio armeno, pieno anche di turisti italiani e stranieri, abbiamo perciò deciso di mangiare la classica pizza a portafogli tonda, ripiegata su se stessa in 4 a formare 1/4 di arco, poi frittatina di maccheroni e crocché, buoni di sapore ma un pò troppo oliosi. Credo che sia un’esperienza da provare quando si arriva in questa zona di Napoli, ed anche chi ha un tono impeccabile a tavola qui si perde, tra l’altro è a-n-t-i-c-r-i-s-i 3 pizze, 2 crocchè, 1 frittatina per cinque euro …salvaportafogli!

L’atmosfera, il gironzolare, il pranzo alle 14.30 ci ha fatto sentire per un attimo dei turisti, abbiamo quasi dimenticato di aver visto così tante volte questa città. Continuiamo il nostro giro, ricerchiamo e troviamo una enogastronomia che volevamo visitare da tempo

Timpani e Tempura, piccola bottega con otto posti a sedere in pieno centro storico a pochi passi da Piazza del Gesù, del maestro cuciniere Antonio Tubelli sindacalista avvicinatosi alla cucina grazie alla scoperta e alla lettura di antichi testi della gastronomia napoletana. Qui abbiamo bevuto un bicchiere di aglianico e cercato di assaporare la tradizione nello sguardo e nei gesti dei protagonisti della bottega. Tubelli ha un guizzo di allegria negli occhi!

Da lì abbiamo fatto un giro e preso un caffè, assaporato il tempo che scorreva. In serata siamo andati a visitare un posto giovane e fresco South Italy Food dove abbiamo assaporato piatti di facile elaborazione davvero gustosi come le linguine alla colatura di alici di cetara, tutto con prodotti esclusivamente provenienti dal Sud Italia cucinati dalle Chef Gomasio.

Il Caffè è servito con la caffettiera “napoletana”, una nota di tradizione.

Il locale carino, arredato con inventiva tra tappezzerie e oggetti di riciclo, colorato, a tratti sud/meridionale… un neo non ci ha esaltato l’accoglienza dei proprietari un pò impacciati e formali nel ruolo da osti/salumieri.

You Might Also Like